I nostri semi – Peo tsa rona | mercoledì 9 giugno 2010

peo tsa rona - i nostri semi
peo tsa rona - i nostri semi

Mercoledì 9 Giugno, ore 21
Spazio Villas, via de Pastrovich 5 | d6/d7
(Parco San Giovanni – Trieste)

Luigi Nacci e Christian Sinicco
presentano
I nostri semi – Peo tsa rona. Poeti sudafricani del post-apartheid

A lato dei consueti eventi della terza edizione di Oh Poetico Parco…, in svolgimento con cadenza mensile all’interno del Parco di San Giovanni a Trieste, l’Associazione Culturale Nadir Pro promuove un incontro con la poetessa e scrittrice Natalia Molebatsi (nata nel 1981 a Tembisa) ed il curatore dell’antologia di autori sudafricani (pubblicata in Italia nel 2010 dalle Edizioni Mangrovie di Roma in volume e dvd) Raphael d’Abdon (nato nel 1974 a Udine).

evento collaterale:
graficaMENTRE | commento grafico in presa diretta di Luca Gabrielli

Cos’hanno in comune un filmmaker eccentrico, un rapper militante, una drammaturga visionaria e una regina rastafariana, e cosa ci fanno riuniti in un unico volume? Molto semplice. Sono alcuni tra i più acclamati rappresentanti dell’oceanico movimento di poeti sudafricani della generazione “post-apartheid”, e ci parlano del loro meraviglioso e controverso paese. In versi, ovviamente. Una generazione di giovani e giovanissimi spoken word artists , wordsmiths, cantastorie e MCs che racconta le storie passate e presenti della propria terra con toni, come suggerisce armando gnisci, “dolci e incazzati”. E la loro parola danza lasciandosi trasportare di volta in volta dal sound dolceamaro del blues, dal ritmo graffiante dell’hip hop o dai suoni ancestrali dei tamburi africani. Questo libro non è solo una raccolta di versi: è un viaggio lungo le strade, i quartieri, i ghetti, le township e i villaggi rurali del “Nuovo Sudafrica”, nei luoghi dove gli incubi del passato, le incertezze del presente e le speranze in futuro migliore si incontrano, si scontrano, si intrecciano, per materializzarsi in poesie, canti e narrative stories che meglio di qualsiasi altro strumento d’indagine, possono far conoscere al lettore italiano il vero volto della “Nazione Arcobaleno” tredici anni dopo il crollo dell’odioso regime razzista dell’apartheid.

“Questa antologia dimostra quanto conti la poesia oggi in Sudafrica e come i poeti siano diventati la coscienza della nuova nazione. La poesia è riemersa per riprendersi il posto che le spetta, quale strumento fondamentale di produzione di cultura. Ma ciò che è importante è che i poeti non parlano a vuoto. Ho partecipato a sessioni di poesia alle quali partecipavano migliaia di spettatori paganti entusiasti.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: