9° Festival delle Diversità | 17 / 19 giugno 2011

9° Festival delle Diversità
9° Festival delle Diversità

Nel Parco di San Giovanni (ex OPP) il 17, 18 e 19 giugno le associazioni culturali, di volontariato e di promozione sociale di Trieste vi mostreranno che diversamente si può: concerti ed esposizioni, conferenze e laboratori, presentazioni ed esibizioni, momenti ludici, creativi e ricreativi nonché di arte e poesia racconteranno il punto di vista locale, le idee e le esperienze per vivere sostenibile.

E ancora incontri, confronti, riflessioni, approfondimenti su temi e questioni di stile, di cicli e ricicli, di energia (anche rinnovabile), di dialogo tra le culture e di pace, di diritti, di discriminazione e d’informazione, d’associazionismo e di cooperazione, di progetti, di pratiche e di alternative possibili.

Si discuterà di legalità, di lotta alla mafia, di diritti, di omosessualità, di turismo responsabile, d’immigrazione vista dal punto di vista delle donne ma anche di cura del corpo, di finanza etica, di disabilità, di ambiente ed ecologia e di giustizia: di quella che c’è e di quella che non c’è ma soprattutto di quella da coltivare.

Le associazioni saranno presenti con i banchetti informativi e si ritroveranno nello spazio “DiverCitizen”: una “piazza-mercato” dove potersi (ri)trovare e promuovere azioni comuni sul territorio, per condividere progetti diversi ma tutti in sintonia con le 8R di Serge Latouche e i temi legati al progetto DiverCity.

Ma questo è un Festival anche a misura di famiglia, con la presentazione dello sportello genitori e servizi dedicati: mamme e papà potranno vivere la festa senza impazzire prendendo in prestito un passeggino o zaini e fasce portabimbi, riposando in uno spazio a misura di bebè e all’info point i bimbi potranno ottenere il badge del baby camaleonte (dove scrivere il nome e il telefono di mamma o papà: piccolo stratagemma anti-smarrimento!). E poi animazioni, fiabe, giochi sul “mondo che vorremmo”, spettacoli e laboratori per bambini.

Due le mostre fotografiche che accompagnano i visitatori: “La camera scura” proposta da Amnesty International con le foto di Angelo Di Pietro e la direzione artistica di Mario Vaglio nella quale tredici attori e attrici posano per l’abolizione della pena di morte; e “Obiettivo: un mondo di persone – 24 fotografi in azione” a cura dell’Associazione Nadir Pro, 60 immagini donate dai grandi del fotogiornalismo (da Sebastião Salgado a Monika Bulaj, da Alex Majoli a Gilles Caron) impegnati contro l’esclusione sociale e per l’accesso ai servizi sociosanitari dei gruppi vulnerabili.

Oh Poetico Parco ci farà scoprire che contro la mafia si può lottare anche con la poesia, dedicandovi la serata di venerdì. Sabato sera invece le parole poetiche ci accompagneranno nell’incredibile mondo delle api.

E ancora tanto spazio alla musica, alle danze del mondo con concerti serali, danze dal mondo e percussioni.

Il programma completo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: