Come pesci d’acqua dolce | “I Quaderni dei Poeti Illustrati”

Come pesci d'acqua dolce | Angelo Ferracuti / Luca Bellocchi
Come pesci d'acqua dolce | Angelo Ferracuti / Luca Bellocchi

Andrea, operaio presso le piattaforme della Elf, e Ferruccio, camionista per un padroncino sulla linea Padova-Venezia: due caratteri diversi e una passione: la pesca. Le loro vite progressivamente prendono strade e tempi diversi e le giornate di pesca si diradano fino a scomparire del tutto. Nel mezzo Andrea diventa silenzioso e scarnificato nel volto. Un’improvvisa telefonata annuncia misteriosamente un dono per Ferruccio da parte della moglie di Andrea, rimasta vedova.
Come è morto Andrea? Per effetto delle Torri del Silenzio?

Con un racconto inedito costruito con uno sguardo attento al mondo del lavoro e degli affetti, Angelo Ferracuti usa l’ambientazione della pesca per parlare di amicizia e di morte. Il racconto è impreziosito da fotografie d’ambito marino di Luca Bellocchi ed è stampato da SVSB Editore nella rinata collana “I Quaderni dei Poeti Illustrati” iniziata dallo stampatore veronese Franco Riva e sulla quale avevano pubblicato autori come Montale, Zanzotto, Ginsberg, Giudici. La dirige ora Pietro Spirito.

Caro Lettore

«Fare il diverso che non sia stramberia e capitolazione alla moda, il diverso che sia ancora e sempre armonia e grazia ristrette a servire più deliberatamente il testo scelto ed amato, non è facile»: così scriveva Franco Riva della sperimentale collana I Quaderni dei Poeti Illustrati, nella quale, tra il 1966 e il 1977, furono pubblicati, in
dodici volumi, Franco Costabile, Kriton Athanasulis, Giovanni Giudici, Andrea Zanzotto, Saul Bulich, Allen Ginsberg, Edward Blair, Giuliano Dego, Eugenio Montale, Geda Jacolutti. Ora, anno 2011, su un’ideale eredità di Riva, la collana riemerge nella pianura proibita dell’editoria aprendosi non solo ai poeti ma anche agli scrittori: unica condizione che poeti e scrittori presentino sodi testi inediti in esclusiva, pensati appositamente per la collana; unica concessione è che possono scegliere di scrivere ciò che altri editori non pubblicherebbero per timore di disorientare il lettore. Ogni volume sarà accompagnato da incisioni, fotografie eseguite dall’autore stesso o da un altro artista: un dialogo tra testo e immagine dove entrambi avranno una loro autonomia.
L’augurio è che questa collana diventi luogo di un rapporto comunitario d’idee che a loro volta, tramutatesi in alfabeto
visivo e materiale, inventino un comprensibile sillabario moderno. Una collana che, grazie alla sobria intelligenza grafica e di contenuto, diventi avamposto per autori e lettori. Per tali motivi questa esperienza editoriale è dedicata alla memoria vivissima di Roberto Palazzi (1946-2002) che ci ricorda sia la nostra futilità sia che siamo fatti della stessa materia dei sogni (della carta, dell’inchiostro, delle parole).

I curatori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: