VIAGGIO DI VOCE | 28 / 29 gennaio 2012

Fabbrica delle Bucce – arte e spettacolo

CARAVANSERRAGLI
Festival del teatro civile ed interculturale – VII edizione
presenta:

sabato 28 e domenica 29 gennaio
orario: mattina 10-13, pomeriggio 16-19
Spazio Rosa
via Bottacin, 4 | c7
Parco culturale di San Giovanni (Trieste)

VIAGGIO DI VOCE
Stage diretto da Naira Gonzalez

Strumento a corde sottili l’uomo
Si spezza…voce… la dove si spezzò
voce…la dove si smarrì
voce… la dove fuggì
e come una conchiglia, la dove si cullò.
Voce… voce…voce
Da dove proviene questo suono?
Non certamente dal diaframma, bensì dalla “memoria”.

Questo stage è un viaggio nell’immaginario, che porta a rompere gli schemi della testa per aiutare la voce ad uscire senza paure.
Esplorando i paesaggi della memoria, la voce scopre pian piano diversi canali per svellarsi in una infinita gamma di suoni. Si parte da paesaggi di neve, dai canti di contadini di terre lontane, per continuare con le lingue inventate, il verso degli animali, le vibrazionia. Ma tutto viene impostato come un gioco, con un ritmo in fuga, così che noi non abbiamo tempo di giudicare la nostra voce e possiamo intraprendere un viaggio in libertà, seguendola fino ad ascoltare la meraviglia che ci potiamo dentro.

Naira Gonzalez

naira gonzalez
naira gonzalez

Materiale da portare partecipanti: una tonaca nera invernale con cappuccio tipo da frate, ben stirata – un fiore – una bugia con candela o lanterna.

Laboratorio a numero chiuso, max 16 partecipanti
Iscrizioni entro il 20 gennaio

Info:
Francesca / francesca.corrado80@gmail.com – 3492355409
Barbara / barbarasinicco@yahoo.it – 3492828175

Naira Gonzalez
Naira González inizia a fare teatro nel 1976, all’età di cinque anni, nelle miniere e nelle comunità indigene della Bolivia con la compagnia Teatro Runa diretta dal padre Edgar Darío González. Nel 1986, all’età di 15 anni, conosce Iben Nagel Rasmussen e Cèsar Brie. Attraversa tutta l’Argentina in tournée come allieva attrice nello spettacolo di strada I Fiumi del Domani; partecipa ai “baratti”, un progetto di scambio con le comunità ideato da Eugenio Barba.
All’età di 16 anni viene invitata da Iben N. Rasmussen e Eugenio Barba in Danimarca. Entra a far parte dell’Odin Teatret. Nel 1992 all’età di 21 anni parte per la Bolivia con César Briè; insieme fondano il Teatro de los Andes.
Nel 1994 lascia il Teatro de Los Andes e crea il suo primo monologo: Penèlope. Nel 1995 avvia in Italia un progetto di ricerca sulle montagne Abruzzesi; all’interno di una chiesa dirige un lavoro corale sui canti zigani e realizza uno spettacolo per la piccola comunità montana.
Nel 1999, insieme a Massimiliano Donato, decide di andare in cerca di un luogo dove costruire la propria sede: nasce il Centro Teatrale Umbro e nel 2008 nasce il suo gruppo costituito da giovani attori: Il Cocchiere del Sogno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: